Scelta forex broker
Scelta forex broker

Quando si inizia a fare trading online uno dei passaggi fondamentali è quello di registrarsi presso un forex broker; si tratta di una piattaforma virtuale che farà da tramite tra noi e il mercato consentendoci di poter operare.
Il primo ostacolo da superare quando si decide di provare ad investire nel trading è proprio quello relativo alla scelta del forex broker migliore o più adatto alle nostre esigenze.
Questo perchè il mercato attuale offre una grandissima scelta e sono tantissime le piattaforme di forex presenti in rete con il risultato che scegliere non è mai semplice.
Come orientarsi allora e, soprattutto, quali parametri dobbiamo valutare quando scegliamo il broker cui affidarci? Fermo restando che i fattori da valutare sono molteplici, in linea di massima ci sono alcuni aspetti che vanno assolutamente presi in considerazione.

Come scegliere il forex broker migliore?

La concorrenze sul mercato è tanta e per un trader alle prime armi non è facile scegliere; in linea generale per scegliere un broker di forex bisogna seguire alcuni punti fondamentali quali:

  • capire se il broker è regolamentato e, in caso affermativo, con quale regolamentazione. Ci si riferisce qui ai singoli paesi, ciascuno dei quali tende ad avere una propria normativa.
  • sapere se la società opera come broker o come dealer. E’ quindi fondamentale conoscere le differenze tra queste due figure. Il broker è colui il quale, tramite mandato, compra e vende titoli di varia natura per conto dei propri clienti. Il profitto del broker è sulla commissione. In sostanza il broker agisce al posto nostro, investendo per noi senza avere poteri reali sul nostro capitale ma evitando anche il rischio, che resta in capo al cliente. Il dealer guadagna sullo spread, ovvero sul differenziale tra prezzo a cui è disposto ad acquistare il titolo e prezzo a cui è disposto a vendere. Potremmo definirlo come uno speculatore che ha pieni poteri sul capitale che gli viene affidato assumendosene, al contempo, rischi e responsabilità da eventuali perdite.
  • conoscere l’affidabilità del forex broker, anche cercando in rete e sui forum: quanto è affidabile la piattaforma sulla quale stiamo investendo? Presenta problemi tecnici ricorrenti? Tende a bloccarsi? Ha facilità di navigazione?
  • testare il servizio di assistenza clienti, uno degli aspetti più importanti per i forex broker. In quale lingua è offerto il servizio clienti? Quante ore al giorno?

Conto demo e commissioni: due aspetti fondamentali

  • scegliere un broker che ci offra l’opportunità di partire con un conto demo, ovvero un conto caricato con denaro virtuale e non reale. In questo modo avremo l’opporunità di iniziare a prendere confidenza con l’investimento senza dover iniziare a investire da subito soldi reali rischiando di perderli.
  • analizzare il metodo di pagamento, come e quando verremo pagati. Oltre che quella che è la cifra minima
  • leggere a fondo ogni clausola e conoscere le commissioni del broker. Come guadagna il forex broker cui ci siamo affidati? Commissione fissa? Variabile? O commissione calcolata su una percentuale di spread?

Sono questi solo alcuni aspetti, quelli fondamentali, da valutare quando si è alla ricerca di un forex broker.

In conclusione: come scegliere?

In conclusione, quando si decide di operare sul web come trader e tentare di piazzare investimenti nel forex, sono molte le domande che ci troviamo a dover fronteggiare. Prima tra tutte, la scelta del forex broker a cui affidarci.
Al di là di quelle che possono essere opinioni personali e gusti soggettivi, ci sono alcuni aspetti universalmente validi che è bene tenere a mente prima di scegliere il broker che ci accompagnerà nel nostro percorso di trading online.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento