Netflix, titolo da record: quotazione in Borsa di oltre 200 euro

Azioni Netflix

Momento decisivo per Netflix, che è stata interessata da un rialzo dell’1,24%. Il prezzo delle sue azioni è salito a 199,3 dollari, sfiorando il picco che non aveva mai raggiunto, la cosiddetta soglia psicologica dei 200 dollari.
È un massimo storico per le azioni della nota società che gestisce la piattaforma televisiva sul web. Netflix ha potuto raggiungere questo eccellente risultato grazie all’apprezzamento che ha ricevuto dai nuovi abbonati. Nell’arco di circa 6 mesi è stata capace di aggiudicarsi il favore di 10.000 nuovi utenti.
I dati sono evidenti da questo punto di vista, considerando che è aumentato del 21% il suo parco clienti. Già questo lasciava pensare positivamente e c’erano molte attese sul titolo Netflix. I risultati sono stati superiori perfino alle previsioni più rosee.

Comprare azioni Netflix: l’andamento nel tempo

Negli ultimi tempi non si è mai fermata la corsa per comprare azioni Netflix. Per tutto il 2017 l’andamento è stato incredibile. Gli stessi analisti che hanno preso in considerazione il titolo possono vantare un rating davvero positivo e non sembra che questo percorso possa venire meno presto. Almeno dovrebbe durare fino al momento in cui Netflix prevede di pubblicare i conti trimestrali.
Ci sono davvero tutte le basi per creare un consolidamento importante della società. Già lo scorso anno il titolo Netflix ha visto un apprezzamento dell’80% e si è delineata la partita che ha portato ad un successo sempre più alto.
Per il futuro alcuni ipotizzano che la crescita in Borsa potrebbe continuare; altri sono meno ottimisti considerando soprattutto l’incremento della concorrenza: in particolare di Google con YouTube e la sua pay tv in streaming; e di Amazon con la sua Prime Video. Eppure Netflix continua ad esibire un rapporto fra il prezzo e gli utili che ha superato di nove volte quello dell’indice S&P 500.

L’investimento sui contenuti

È chiaro che risultati di questo genere non sono derivati dal nulla, ma da una pratica strategia progettata dalla piattaforma online che ha deciso di investire molto nei contenuti, soprattutto in quelli di qualità. La società non si è lasciata nemmeno tentare da offerte che avrebbero potuto determinare un andamento del tutto differente rispetto a quello odierno.
Basti pensare a quando, qualche anno fa, Blockbuster avrebbe voluto acquistare Netflix per 50 milioni di dollari. L’offerta è stata ampiamente rifiutata e l’azienda ha continuato con determinazione a perseguire la sua velocità nel segnare in modo inarrestabile il mercato dello streaming.
Oggi Netflix si può considerare a buon diritto un colosso che vale 68 milioni di dollari. Le sue produzioni originali continuano ad ottenere successo, nonostante il boom degli abbonamenti abbia raggiunto il suo picco soltanto nel 2016, per poi vedere un rallentamento fisiologico.
La tappa fondamentale rimane quella del 2007, proprio lo stesso anno in cui è stato lanciato l’iPhone. Netflix in quell’occasione ha proposto il noleggio di dvd insieme ad un servizio streaming di contenuti on demand, che è stato un altro punto di partenza essenziale per determinare la scalata della piattaforma verso il successo quotazionale che non sembra arrestarsi.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento
Guida al Forex
Informazioni su Guida al Forex 86 Articoli
Guida al Forex è un portale che nasce con l'intento di fornire informazioni reali e approfondite sul mondo del Trading online, del Forex e in generale dell'economia. Una guida imparziale senza andar mai, in alcun modo, a spingere l'utente a investire su determinati strumenti finanziari.