opzioni binarie
Opzioni Binarie

Quando si parla di forex e trading online si sentono spesso nominare le opzioni binarie: si tratta di uno strumento che differisce dal forex per alcuni aspetti. Il punto di partenza è sempre il medesimo, ovvero che si tratta comunque di un investimento rischioso con la possibilità di guadagnare molti soldi ma, al contempo, di perdere tutto.
Questo perchè la rete è ormai invasa di messaggi spam su come guadagnare con le opzioni binarie: veri e propri specchietti per le allodole con inviti ammiccanti nei quali è facile cadere. Guadagnare con le opzioni binarie non è facile, tutt’altro. È un investimento con tutti i rischi del caso.
Entrando nello specifico di cosa sono le opzioni binarie, si tratta di uno strumento di trading tramite il quale chi effettua l’ investimento va sostanzialmente a fare una previsione sulla variazione di un titolo: tale previsione prende in considerazione solo due ipotesi, da qui il nome ‘binarie’, ovvero può essere corretta o non corretta.
Una forma di investimento semplificato, che consente a chiunque di tentare la sorte sui mercati finanziari.

Come si investe nelle opzioni binarie?

Per rispondere a questa domanda è bene capire cosa è una opzione binaria: si tratta di uno strumento finanziario che prevede un asset sottostante e che ha un determinato valore, una scadenza, una previsione e un rendimento.
Quando si investe su un’ opzione primaria si va prima di tutto a individuare l’asset sul quale si vuole investire; che sia petrolio, oro, valuta nel caso del forex ecc… si procede quindi scegliendo come ovvio l’importo da investire, la scadenza dell’opzione in termini temporali e, come ultimo parametro, il tipo di previsione. Che, trattandosi di opzione binaria, quindi che prevede due sole ipotesi, deve essere di segno ‘più’ o di segno ‘meno’.
Semplificando ulteriormente, andremo a specificare se, scaduto il tempo dell’opzione, il prezzo dell’ asset scelto sarà sceso o salito. Per fare un esempio pratico, un investitore in opzioni binarie andrà a scommettere che in un dato giorno ad un dato orario il prezzo di un asset scelto arriverà a un valore X.
Per investire in opzioni binarie si deve registrare un account presso una piattaforma di trading che preveda la compravendita di questo strumento; quasi tutte ormai consentono di acquistare opzioni binarie. Una volta registrato un account presso un broker online si può quindi provvedere ad investire in opzioni binarie.

Il rendimento delle opzioni binarie:

E qui arriviamo a un altro aspetto focale quando si parla di opzioni binarie: il rendimento. Si perchè quando l’opzione scadrà, se la nostra previsione sarà stata rispettata andremo a incassare il rendimento; nel caso opposto, avremo perso la cifra investita.
Quello che è importante specificare è che, nel caso previsione rispettata, la cifra che andremo a incassare sarà l’ 80% al massimo di quanto investito: nel caso di opzione non rispettata, si perderà invece tutto.
Uno squilibrio tra quanto si può perdere e quanto invece si va a guadagnare che è alla base della teoria di chi sostiene che le opzioni binarie siano tutto tranne che convenienti. Certo è che, come si capisce, sono una forma di investimento estremamente facile al quale chiunque può accedere provando a fare una previsione su un asset basandosi su due sole opzioni.
Ecco perchè le opzioni binarie sono rischiose; perchè ciascuno può provare a investire in pochi passaggi e con facilità irrisoria.

Tipologie di opzioni binarie:

Entrando un po’ più nello specifico di termini tecnici, le opzioni binarie possono essere di tre tipologie:

  1. Alto/Basso (o sotto/sopra): in questa tipologia si va a prevedere se a una determinata scadenza temporale il prezzo dell’asset scelto sarà sopra o sotto al prezzo di mercato al momento dell’ operazione. È l’opzione più diffusa e utilizzata dai trader. Se quindi, ad esempio, in questo momento il valore dell’oro è di X, possiamo andare a prevedere se entro le 11 di domani questo valore sarà più alto o più basso.
  2. Tocca o No: si va qui a scommettere se il prezzo di un asset riuscirà a raggiungere o no un valore entra una data scadenza. Ad esempio, una valuta ha in questo istante un determinato valore: possiamo scommettere se questa stessa valuta riuscirà o meno a toccare una data quota entro le 10 di domani mattina.
  3. Range o Intervallo: con questa opzione si va a indicare un range stabilito di valore e si andrà quindi a scommettere se, sempre a una data scadenza, il valore sarà all’ interno (In) o all’ esterno (Out) di questo range. Scegliamo ad esempio un’ azione che ha un valore di tot dollari: impostata la scadenza, ad esempio tra una settimana, si va a indicare il range entro di intervallo per poi prevedere se a scadenza, tra un settimana, il valore delle azioni si troverà dentro questo range (In) o fuori (Out).

Metodi differenti di investire in opzioni binarie ma che hanno tutte la stessa matrice; un indice di rischio elevato e la facilità di poter accedere e scommettere in previsioni. Fattore che le può accostare più ad una puntata al casinò che non ad un investimento vero e proprio.

Differenze tra Forex e opzioni binarie:

Arrivati fin qui risulta più facile comprendere le differenze tra forex e investimento in opzioni binarie: il forex è il mercato di cambio della valute. Nelle opzioni binarie si va invece a investire in asset di vario genere, da azioni a indici passando per materie prime.
In linea generale poi il forex è un investimento un po’ più complesso mentre le opzioni binarie, come detto, sono più semplici e accessibili a chiunque. Tuttavia sia per il forex che per le opzioni binarie vale sempre lo stesso principio: massima attenzione nel muoversi e ricordarsi che un po’ di esperienza e conoscenza non guasta.
Si tratta di investimenti rischiosi con i quali si può riuscire a fare soldi ma, dati alla mano, si può anche finire per perdere tutto.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento