Trading online
Il Trading online

Il trading online è una forma di investimento che si sta diffondendo in Italia da diversi anni: è più conosciuta con il nome di TOL (trading online, per l’appunto) ed è un sistema che utilizza il web per acquistare o vendere strumenti finanziari semplicemente avvalendosi di un pc.
Il TOL è diventato realtà in Italia nel 1999 quando la Consob emanò il regolamento di attivazione del testo unico dei mercati finanziari e da allora l’interesse intorno a questa forma di investimento è cresciuto costantemente.
Il trading online è la versione telematica del trading classico, vale a dire una compravendita di strumenti finanziari nella quale si cerca di trarre un profitto acquistando beni per poi rivenderli a prezzi più alti; nel TOL il tutto si è spostato sul web e si può investire anche stando comodamente seduti davanti al proprio computer.

Un investimento 2.0

Un investimento 2.0 reso possibile grazie a specifiche piattaforme online che fungono da intermediari per portare a termine e operazioni. I cosiddetti broker online.
Con pochi e semplici passaggi è possibile aprirsi il proprio conto e iniziare a investire online. Il che è allo stesso tempo un’opportunità straordinaria ma anche un rischio perchè può capitare di perdere il controllo e di farsi prendere troppo la mano.
Per il trading online vale lo stesso discorso che abbiamo fatto per il forex e per il trading classico. È una forma di investimento e in quanto tale presenta fattori di rischio, non è garantita al 100% e non c’è la sicurezza di guadagnare su quanto investito.

Cosa occorre per fare trading online

Iniziare a fare trading online è piuttosto semplice: tutto ciò che ti occorre sarà un computer; una connessione internet; aprire un conto presso una delle tante piattaforme di intermediazione presenti nel web. I cosiddetti broker online, che offrono il servizio indispensabile per accedere ai mercati online.
Una volta portato a termine questo facile passaggio potrai iniziare ad effettuare online compravendite di strumenti finanziari quali:
• Azioni
• Obbligazioni
• Titoli di Stato
Il vantaggio del trading online è che queste operazioni avvengono tramite il web; di conseguenza si assiste ad un abbattimento dei costi delle commissioni per chi opera l’investimento. Una forma di trading online è proprio il forex, che abbiamo visto essere il mercato delle valute estere (foreign exchange market).

Con il trading online si guadagna?

È la domanda che si pongono tutti quelli che si avvicinano a questo mondo: posso realmente guadagnare facendo trading online? Si perchè il fatto di poter effettuare operazioni finanziarie stando semplicemente seduti davanti al proprio pc invoglia molti.
Ecco perchè, negli ultimi anni, il trading online in Italia sta crescendo sensibilmente e sono sempre più coloro i quali provano ad ottenere guadagni in questo modo. Il discorso è sempre il medesimo: nessuno può assicurarti di guadagnare con il trading online. È un investimento che richiede diverse componenti, dalla conoscenza della materia alla capacità di intuito passando anche per una buona dose di fortuna.
Per questo il consiglio è anche quello di diffidare dalle varie guide o tutorial che si offrono come punti fermi per acquisire le conoscenze atte a farti guadagnare da subito. Indubbiamente ci sono tecniche di trading online da acquisire con l’esperienza che possono tornare utili. Ma miracoli non se ne fanno.
Vivere facendo il trader è, oltre che il sogno di tutti, un traguardo che solo in pochi riescono a raggiungere: a fronte di questi vi sono molti altri che perdono i soldi investiti. Il trading online è stato un ulteriore passo avanti perchè ha consentito a chiunque di poter diventare un investitore fai da te, un trader da pc.
Ma attenzione; gli investimenti, pur se fatti dal pc con un semplice click, riguardano soldi reali. Ricordati sempre che con il trading online puoi guadagnare ma puoi anche perdere tutto.

Scelta del broker online

È questo uno dei passaggi fondamentali per chi vuole iniziare a fare trading online. A quale piattaforma online affidarsi? Quando scegli un broker online per fare trading sul web ci sono alcuni aspetti che devi necessariamente guardare; come ad esempio le informazioni legali del broker cui ti stai affidando.
Il broker è autorizzato ad operare in Italia? Ricordiamo che per esserlo deve essere iscritto alla Consob. Ha un servizio di assistenza in lingua italiana? Se avrai problemi con i tuoi soldi sarà bene che riusciate a chiarirvi in tempi brevi.
Quando si inizia a fare trading online e si è scelto il broker cui affidarsi, si apre un conto presso di questo nel quale andremo a versare i soldi da investire; sostanzialmente stai affidando i tuoi soldi a un broker proprio come si fa nella vita reale. Sei sicuro del broker che hai scelto? Puoi fidarti di versargli i tuoi soldi?
È importante che il versamento avvenga su un conto segregato, e quindi separato dal conto aziendale del broker; inoltre ti deve essere garantito un servizio di protezione dei soldi che versi. Tutte misure per garantire la tua sicurezza.
Nella scelta di un broker devi valutare altri fattori, come ad esempio il campo di operatività; alcuni hanno un differente modo di portare avanti gli investimenti. Magari a te interessa investire nel forex mentre il broker scelto è solito investire in azioni. Ecco quindi che devi sapere il modo di operare su quali mercati ti consente di investire.

Piattaforme online e costi del broker

Un aspetto fondamentale quando si valuta un broker cui affidarsi per fare trading online è quello relativo alla piattaforma di trading utilizzata; si tratta dello strumento che consente di avere accesso ai mercati finanziari per effettuare operazioni online.
Sarà il tuo mezzo operativo, ecco perchè sarebbe bene scegliere una piattaforma semplice e intuitiva; al riguardo è bene affidarsi ad un broker che offra la possibilità di aprire gratuitamente una piattaforma con un conto demo, ovvero di prova, per iniziare a prendere confidenza con il mezzo senza investire soldi reali. Ti sarà utile capire come funziona la piattaforma che andrai poi ad utilizzare per fare investimenti veri su internet.
L’ultimo fattore di valutazione per scegliere il proprio broker online, il più ovvio: i costi. Quanto ci costa un broker? Dovrai naturalmente scegliere quello che ti consentirà di spendere il meno possibile pur offrendoti servizi di qualità secondo quanto scritto sopra.

Come guadagna un broker online

Quanto può costare un broker online? Facciamo prima a vedere quelle che sono le voci di spesa; il guadagno di un broker è sullo spread, ovvero la differenza del prezzo a cui si compra con il prezzo a cui si vende; sulle commissioni, prezzo da pagare per acquistare o vendere un singolo strumento finanziario; sugli interessi dato che, in alcuni mercati e per certi strumenti finanziari le operazioni sono soggette a interessi.
In conclusione valuta al meglio ogni singolo passaggio prima di iniziare a fare trading online e assicurati di aver fatto tutto il necessario per la tua sicurezza: il trading online offre la possibilità a chiunque di effettuare investimenti in rete con pochi e semplici passaggi. Ma chi di voi vorrebbe veder andare bruciati i propri soldi con un semplice click?

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento