Bonifico Sepa, guida all’uso: come funziona e quali sono i vantaggi

bonifico sepa

Il Bonifico bancario Sepa è uno strumento di pagamento che ha molti punti di convenienza malgrado il fatto che sia ancora poco praticato. D’altra parte si parla di una tipologia di bonifico che è stata introdotta nel 2014, anno in cui è diventata uno strumento di pagamento riconosciuto.
Ad oggi il pagamento Sepa può essere adottato tra i paesi che fanno parte dell’Unione Europea, 19 in tutto, oltre che in altri paesi europei che non adottano l’euro come valuta corrente, si pensi ad esempio al Regno Unito oltre che a paesi dell’est Europa quali Bulgaria, Repubblica Ceca, Ungheria e Romania.
Vediamo allora nel dettaglio quelle che sono le caratteristiche del bonifico Sepa, come funziona e quali sono i relativi vantaggi di questo strumento di pagamento.

Cosa é il Bonifico Sepa

Partiamo dal nome stesso, la sigla Sepa sta a significare “Single Euro Payment Area”. Da una traduzione veloce, dunque, dovrebbe essere facile intuire che si tratta di uno strumento finanziario con cui è possibile pagare, in totale sicurezza, beni e servizi in tutti i Paesi che utilizzano la medesima valuta monetaria.
Il Bonifico bancario Sepa entra in vigore nel 2014 ma nonostante sia ancora piuttosto recente, sin da subito ha mostrato i suoi indubbi vantaggi. Grazie a questo strumento finanziario, infatti, si è passati dai sistemi di pagamento tramite bonifici e rid ad un’aria unica di pagamento in euro, appunto il bonifico Sepa. Il passaggio ha reso tutti i pagamenti, da e verso l’estero, più agevoli e sicuri.
Tramite il bonifico bancario Sepa, dunque, viene definitivamente superata la distinzione tra pagamenti nazionali ed esteri ed il soggetto interessato può accedere liberamente al proprio conto anche qualora si trovi in un Paese diverso da quello di residenza.

Vantaggi del bonifico Sepa

I vantaggi del bonifico bancario Sepa sono molteplici. Tra i tanti è bene menzionare la necessaria uniformità, tra tutti i Paesi aderenti all’iniziativa, circa le procedure, i tempi ed i costi dell’ effettuazione di un bonifico.
Nulla cambia per l’identificazione dei conti correnti, che continuano ad essere ricollegati al codice Iban. Così, ad esempio, per un bonifico nazionale è sufficiente specificare il codice identificativo Iban, mentre per quelli esteri è necessario associare al codice Iban anche quello Bic, per individuare più facilmente la banca.
Invece qualcosa cambia per gli addebiti domestici diretti, che vedono modificata la gestione del mandato di addebito da parte del cliente. Così, se nel precedente modello Rip il mandato veniva rilasciato dal cliente alla banca, che veniva incaricata di pagare periodicamente certi importi, adesso il mandato viene rilasciato dal cliente direttamente al beneficiario. In questo modo sarà l’avente diritto all’importo a chiedere alla banca di essere pagato della somma dovuta.

Svantaggi del bonifico Sepa

Sebbene si tratti di uno strumento finanziario molto vantaggioso, purtroppo, numerose banche stanno affrontando diverse difficoltà economiche per adeguare le proprie strutture agli standard richiesti dal progetto Sepa.
Ecco spiegata la ragione per cui gli addebiti diretti domestici non vengono più gestiti dalle banche ma dalle imprese creditrici, che deve anche valutare la correttezza dei dati inseriti nel mandato.

Tempi e costi del bonifico Sep

I tempi ed i costi di ogni singolo bonifico bancario Sepa dipendono dall’istituto bancario in questione. In linea generale, però, la legge prevede che il bonifico bancario Sepa venga effettuato entro un giorno lavorativo successivo a quello in cui è stato commissionato l’ordine.
Quanto ai costi, il bonifico bancario Sepa ha lo stesso costo di un bonifico effettuato verso la nazione di provenienza. Alla luce delle recenti disposizioni, inoltre, beneficiario ed ordinante sono tenuti a dividersi le spese, nonché le commissioni applicate dalla banca ordinante e da quella che riceve.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento
Gianpaolo Battaglia

La scrittura è l’ignoto. Prima di scrivere non si sa niente di ciò che si sta per scrivere e in piena lucidità.” (cit.) Il mio obiettivo è cercare di far luce su tematiche complesse quali quelle di natura economica.