Guida al 730 precompilato dell’Agenzia delle Entrate

Il 730 precompilato è una delle risposte che lo Stato italiano sta cercando di dare ad un vecchio problema che affligge il Paese da sempre, ovvero l’eccessiva burocrazia. Basta accedere online al modello predisposto dall’Agenzia delle Entrate al segue per completare in tempi rapidi e con accesso facilitato la propria dichiarazione dei redditi.
Vediamo nel dettaglio come funziona questo strumento che in termini semplificati è una dichiarazione dei redditi precompilata con diversi dati del contribuente già inseriti.

Cos’è il 730 precompilato

Il 730 precompilato è il modello con il quale i contribuenti possono dichiarare la propria situazione reddituale. La particolarità è data dal fatto che questo documento è già compilato dall’Agenzia delle Entrate e può essere visionato dai diretti interessati sul web. Se i dati sono esatti non resta che inviarlo, mentre in caso contrario si può procedere alla loro correzione prima del definitivo via libera.
Una semplificazione, dato che il modello 730 precompilato non rappresenta un obbligo. Chi vuole può decidere autonomamente di presentare la propria dichiarazione dei redditi seguendo le modalità tradizionali, andando quindi ad inserire tramite commercialista le singole voci riferite alla situazione reddituale.

Come procedere per il 730 precompilato

Per avere accesso al modello 730 precompilato occorre collegarsi al sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate al seguente link. L’accesso è reso possibile da tre strumenti:

1) Il Pin e la password precedentemente rilasciate dall’Agenzia delle Entrate;
2) le credenziali SPID;
3) la propria Carta Nazionale dei Servizi.

In alternativa si può utilizzare il sito dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (Inps). In questo caso alle credenziali SPID e alla Carta Nazionale dei Servizi si può aggiungere il proprio codice fiscale e il Pin rilasciato dall’istituto. L’accesso è permesso anche ad un intermediario, a patto che ad esso sia stata affidata l’apposita delega.

Il 730 precompilato per il 2020

Come si può facilmente immaginare, il 730 precompilato rappresenta uno strumento teso alla semplificazione burocratica. Attualmente l’utilizzo della tecnologia continua ad essere visto con una certa diffidenza da molti cittadini, in particolare quelli più anziani che possono trovarsi non a proprio agio di fronte alle nuove tecnologie informatiche.
Per chi invece sia deciso ad utilizzarlo, è molto importante conoscere le scadenze che lo riguardano. Che, per il 730 precompilato 2020, sono state ritoccate al fine di tenere conto dell’emergenza coronavirus. Se la scadenza per il modello ordinario è rimasta quella fissata inizialmente, per il modello precompilato i nuovi termini sono stati precisati all’interno del decreto coronavirus. Al fine di aiutare cittadini e operatori, l’esecutivo ha spostato al 30 settembre il termine ultimo per il suo invio telematico.
Va infine ricordato che il modello 730 precompilato sarà disponibile online a partire dal prossimo 5 maggio. Chi intende iniziare a prendere confidenza con questo strumento può farlo con largo anticipo, per capire se i dati presenti siano esatti o se, invece, sia necessario ritoccarli prima del definitivo invio.

Ti è piaciuto l\'articolo? Lascia un commento