Gli indicatori di Trading: come usarli per investire

Indicatori Economici

Gli indicatori di trading sono calcoli matematici che vengono tracciati alla stregua di linee su un grafico dei prezzi e che possono aiutare gli operatori ad identificare determinati segnali e tendenze all’interno del mercato. Chiamato anche indicators in lingua inglese, vengono spesso usati dagli investitori (leggi: Gli indicatori economici nel Forex) in fase di studio dei mercati e degli asset sui quali puntare. Esistono diversi tipi di indicatori di trading, inclusi gli indicatori anticipatori e quelli in ritardo.
Questi indicatori sono tutti progettati per prevedere cosa accadrà su un mercato. Si possono scartare tutti gli indicatori progettati per prevedere una mossa del mercato. Non sono di per sé un sistema di trading predittivo in quanto l’unico vero metodo di trading è legato alla tendenza a lungo termine che segue il sistema che reagisce al mercato.

Investire con gli Indicators di Trading

I trader professionisti usano quasi sempre indicatori tecnici nelle loro analisi, ma non li utilizza necessariamente nello stesso modo in cui lo farebbero i traders retail, che cercano altri metodi per prevedere il movimento dei prezzi. Sono tanti gli indicatori che si usano nel trading online: si parla principalmente di due macro aree riferibili ad indicatori di tendenza e oscillatori.
I primi di riferiscono a tendenze per l’appunto, stilando graduatorie di are più richieste per acquisti e per vendite. Un esempio sono i MACD, indicatore di trading nati per per misurare la quantità di moto; ed ancora gli indicatori sulla volatilità del prezzo dell’attività; quelli sul volume di negoziazione dell’attività; gli RSI, legati anch’essi alla quantità di moto; gli SMA, indicatori utilizzati per identificare la direzione di un andamento attuale dei prezzi, senza l’interferenza di picchi di prezzo a breve termine.

Come scegliere indicatori di Trading online

Quasi tutti i trader come detto si basano su indicatori prima di effettuare un investimento. Non è necessario utilizzarne uno solo, si possono usare anche tanti indicators vista anche la semplicità di reperimento. Gli indicatori si trovano infatti su quasi tutte le principali piattaforme di trading online.
Esistono anche società specializzate che forniscono report precisi per investitori istituzionali sempre sotto forma di indicatori; indicazioni che possono cambiare la carte in tavola orientando la decisione finale di questi trader professionisti ma anche dei retail. D’altra parte effettuare una analisi tecnica non è un gioco tantomeno una operazione alla portata di chiunque: ecco perché esistono soggetti privati che si occupano di fornire report in questo campo.
Da ricordare poi che gli indicatori sono diversi dai segnali di trading: i primi come detto sono report sull’andamento dei mercati con indicazioni su potenziali investimenti; viceversa i segnali di trading sono inviati in automatico dai broker ai trader che li richiedono e forniscono veri e propri consigli su dove investire e quando.

Indicatori Forex

Gli indicatori sono utilizzati molto in tutti i settori del trading online, soprattutto nel forex. Si parla del mercato all’interno del quale avviene la compravendita di valute estere. Ecco che gli indicatori di forex servono per ricavare una stima sull’andamento di questi asset, le valute estere per l’appunto, prima di procedere con l’investimento.
Ciò aiuterà il trader a prendere decisioni in quanto sarà una finestra su quello che accadrà sul mercato del forex di lì a breve. Ovviamente vale il discorso sopra fatto, ovvero non esistono indicatori infallibili, ce ne sono di affidabili che possono fornire indicazioni utili all’investitore ma che comunque non possono mai garantire un felice esito finale dell’operazione. Questo perchè di base un indicatore forex analizza il mercato basandosi sul suo andamento storico, prendendo quindi in esame quanto accaduto in precedenza e partendo dal fatto che l’andamento del mercato tende a ripetersi. Il che non è comunque una formula certamente esatta.

Ti è piaciuto l\'articolo? Lascia un commento