Come scegliere un broker serio e affidabile

Scelta broker forex
Scelta Broker

Partiamo dal presupposto più importante: prima di scegliere un broker e cercarne uno affidabile che risponda alle nostre esigenze dobbiamo andare a monte, comprendere il mercato nel quale decideremo di operare è il primo passo ma decisamente il più importante.
Per fare trading nel Forex, dobbiamo avere un operatore finanziario regolarmente abilitato. Il broker svolge proprio questo compito, raccoglie tutte le richieste di acquisto che decideremo di fare e esegue degli ordini sul mercato, un soggetto fondamentale per poter operare in un mercato come quello del Forex.

Scegliere un broker che guadagna esclusivamente sullo spread

Compresa la funzione del broker, cerchiamo ora di capire quali sono i parametri secondo i quali possiamo definire un broker affidabile e come scegliere un forex broker. Per prima cosa il guadagno del broker dovrebbe arrivare solo dalla differenza tra il prezzo di acquisto e di vendita.
Viene anche definito spread, in pratica quando decidiamo di investire una parte dei nostri risparmi in acquisto di valute, nello stesso tempo ne vendiamo un’altra. Facciamo un esempio pratico.
Se compriamo euro e vendiamo dollari, in caso di rafforzamento della quotazione dell’euro, la sua quotazione tenderà a salire, al momento dell’acquisto il prezzo sarà quello che il broker definisce come ask.
Nel momento in cui andiamo a vendere invece, il prezzo viene definito Bid. La differenza tra Bid e Ask è lo spread di cui prima abbiamo accennato. Ricordatevi che è molto importante, prima di valutare l’acquisto di valute, familiarizzare con questi termini.

Comprare e acquistare richiede conoscenza e comprensione del mercato

Accostarsi a questo mercato senza avere alcun tipo di preparazione non è il miglior modo per iniziare. Prima di investire soldi veri, è bene fare alcuni approfondimenti di base che ci consentano successivamente di operare in maniera consapevole.
Un fattore molto importante nella scelta di un broker affidabile è quello legato alla sicurezza del deposito, dato che parliamo pur sempre di soldi e risparmi che abbiamo messo via con molta fatica. Prima di depositare i nostri risparmi presso un broker, è molto importante verificare che sia controllato e vigilato.
In questo senso esistono organi di sicurezza e di vigilanza finanziaria: sono diversi a seconda della posizione geografica della nazione in cui andremo a fare trading. Per esempio negli Stati Uniti, i broker sono controllati da due operatori finanziari principali: CFTC e NFA.
In Europa la situazione è diversa, non esiste un unico operatore finanziario che controlla tutto il mercato del Forex, le autorità variano a seconda della posizione geografica del paese in cui operiamo. In questo senso è bene scegliere un broker che sia regolato dalla nazione di appartenenza, quindi nel caso del nostro paese autorizzato ad operare in Italia.
Ricordiamo che, per essere autorizzato, un forex broker deve essere iscritto alla Consob, la commissione nazionale per le società e la borsa.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento

Scrittrice, blogger, appassionata e curiosa di tutto ciò che mi circonda.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Come scegliere una strategia Forex
  2. Gli errori da evitare per investire nel forex

I commenti sono bloccati.