Approcciarsi al trading: i consigli di ForexInfo.it

Lavoro trader
Lavoro di trader

Il forex come strumento di investimento in grado di generare profitti ma anche, nella peggiore delle ipotesi, perdite sostanziali. D’altra parte si tratta di una forma di investimento per l’appunto e, come abbiamo ripetuto spesso dalla pagine di questo blog, in quanto tale presenta rischi.
Ci si può approcciare al forex in modo sicuro, tentando di limitare le perdite? Quali sono i comportamenti da tenere a mente e quali, viceversa, quelli da evitare? Abbiamo rivolto alcune domande a Dimitri Stagnitto, responsabile editoriale del portale Forexinfo.it.

I maggiori rischi del Forex:

È possibile investire nel forex in modo sicuro, senza il rischio di buttare i propri soldi?
“E’ possibile investire nel forex in modo consapevole ma il rischio sul capitale investito è una componente imprescindibile dell’investimento speculativo, che questo sia poi messo in atto sul mercato forex piuttosto che in altri mercati il concetto di base riassumibile nella famosa massima ‘non esistono pasti gratis‘ rimane immutato e immutabile. Premesso questo è chiaro che ci sono molti gradi diversi di rischio e modi differenti di presentarsi sul mercato. Il trading sul forex spot in particolare è un tipo di investimento decisamente speculativo e per questo piuttosto rischioso.”
Quali sono i rischi maggiori del forex?
“Sostanzialmente due: andare sul mercato non sufficientemente preparati o non sufficientemente capitalizzati. Da sempre su forexinfo.it consigliamo di non entrare sul mercato investendo denaro reale se non dopo mesi di studio intenso e di trading in demo con risultati positivi nel tempo. Se non si ottengono buoni risultati in demo per un buon periodo di tempo non si dovrebbe mai andare sul mercato reale a rischiare i propri soldi: per quale motivo dovrebbe andare meglio?”
Quali sono i passi da eseguire per scegliere un forex broker?
“Una delle grandi opportunità legate all settore del forex è proprio l’ampia disponibilità di piattaforme testabili in demo. Prima dell’avvento dei broker forex era spesso necessario acquistare la licenza di costose piattaforme anche solo per simulare l’investimento e fare pratica sui mercati. Con i broker forex la disponibilità del conto demo gratuito è diventata lo standard sul mercato e questo rappresenta un vantaggio non da poco per chi vuole approcciare seriamente all’attività di Trader finanziario.”

Quali consigli per chi investe?

Quindi qualche consiglio pratico per la scelta del broker?
“Scegliere un broker diventa abbastanza naturale una volta che ci si caratterizza come trader: si andrà a cercare a seconda delle proprie necessità la disponibilità di molti strumenti da tradare (e l’offerta in questo senso si espande sempre di più grazie ai CFD) oppure broker con meno strumenti ma commissioni particolarmente vantaggiose su un particolare cambio valutario come l’Euro Dollaro se la maggior parte delle operazioni nel proprio trading si fanno lì. In generale è importante provare e conoscere molti broker diversi durante la propria fase di formazione in modo da poter operare poi una scelta consapevole nel momento in cui si va ad aprire un conto reale.”
Le opzioni binarie, sono realmente così pericolose come è stato descritto anche in un’inchiesta de Le Iene?
“Torniamo alla risposta alla prima domanda: ogni strumento speculativo è pericoloso se adoperato senza le necessarie competenze. Le opzioni binarie sono un prodotto finanziario piuttosto complesso ma sono spesso promosse come un metodo veloce per far soldi. Premesso il fatto che una promozione in questi termini di prodotti finanziari complessi dovrebbe essere impedita, l’altra faccia del problema è che di fronte a una promozione del genere in un mondo ideale nessuno dovrebbe prendere sul serio la promessa di soldi facili. Invece i broker in opzioni raccolgono molti clienti impreparati sinceramente confidenti di essere lì a fare soldi facili, credo che questo sia un profondo problema di mancanza di educazione finanziaria in Italia e in Europa. Per quanto riguarda il servizio delle Iene ce ne siamo occupati anche noi e a mio parere si è trattato più di uno spot sull’impreparazione finanziaria media degli italiani che sulla pericolosità delle opzioni binarie in sè, chiaro che poi il programma tenda a strizzare l’occhio al suo pubblico e a cercare lo scoop ad ogni costo…”
Per concludere, quali consigli dareste a chi inizia a investire nel trading online?
“E’ importante studiare molto, pazientare ancora di più prima di rischiare denaro reale ed essere pronti a rinunciare al ‘sogno’ di fare soldi sui mercati finanziari se ci si rende conto di non essere obiettivamente in grado di stare sul mercato a lungo.”

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento

Amo l’informazione e la scrittura. Nasco come blogger e sono sempre stato attratto da tematiche a sfondo economico.