Quando comprare e quando vendere nel Forex

forex quando comprare

Il Forex è il mercato dei cambi nel quale vengono negoziate valute. Il nome stesso ‘Forex’ deriva dall’abbreviazione di Foreign Exchange, mercato delle valute estere per l’appunto.
Per comprendere meglio questo grande mercato e capire quando comprare e quando vendere nel Forex, bisogna prima di tutto avere ben chiaro cos’è il cambio di una valuta e come funzionano i rapporti tra le differenti valute.
Ognuna di esse subisce infatti una fluttuazione continua, pari a quelle a cui sono soggetti i titoli nel mercato azionario e, in generale, nel mercato borsistico. Ogni valuta varia, quindi, in continuazione il suo valore a seconda dei flussi di domanda e di offerta che la riguardano, in rapporto alle altre valute straniere.

Corretta previsione sul rapporto di cambio:

Si pensi, ad esempio, al cambio euro/dollaro, dollaro/yen, euro/sterlina o viceversa. Il trading delle valute si sviluppa, quindi, intorno alla compravendita e alla negoziazione delle varie valute in coppia e in relazione tra loro, e ai loro rapporti di cambio.
Così, un investitore esperto che prevede la perdita di valore di una valuta rispetto ad un’altra, potrà decidere di venderla prima che il decremento si verifichi. Potrà, poi successivamente rendere effettivo il guadagno, riacquistandola ad un valore inferiore rispetto a quello a cui l’aveva venduta.
La corretta previsione sul rapporto di cambio ha, quindi, consentito all’investitore di effettuare nel mercato Forex, un investimento che gli ha reso l’equivalente della variazione del cambio.

Quando comprare e quando vendere nel trading:

Ma quando comprare e quando vendere nel trading online? In realtà quello dei cambi è un mercato per operatori esperti, con un profilo di rischio elevato, ed è per questo un mercato poco adeguato al risparmiatore medio.
Infatti, non è così semplice prevedere le fluttuazioni di un rapporto di cambio e i rischi derivanti da queste oscillazioni sono notevoli. Ciò avviene soprattutto a causa dell’elevato numero di fattori che interagiscono sul rapporto di cambio.
Incidono in effetti, oltre alle politiche economiche e monetarie degli Stati operanti sul mercato, anche gli equilibri socio politici degli stessi. Il mercato Forex, ad esempio sarà di certo influenzato dall’esito delle elezioni in Francia, con Macron nuovo presidente, che determinerà indubbiamente l’andamento dell’euro.

Le scelte della politica: come influenzano il Forex

L’andamento del rapporto di cambio dell’euro, rispetto alla sterlina o al dollaro sarà quindi effetto di scelte poco prevedibili anche dagli operatori professionali specializzati.
Nello stesso modo, le scelte della politica di espansione commerciale negli Stati Uniti, più o meno protezioniste o più o meno orientate all’esportazione, incideranno senza ombra di dubbio sul rapporto di cambio del dollaro.
Si consideri inoltre, riguardo alla Cina, che lo Yen, con un rapporto di cambio potenzialmente fortissimo, al momento non è ancora del tutto utilizzato come valuta commerciale, esprimendo quindi il suo valore solo in termini finanziari.
Ne deriva, perciò, che il Forex è un mercato dove può accedere qualunque cosa, richiede che vi agiscano  operatori professionali competenti, che possano investire avendo piena consapevolezza di quanto il mondo valutario sia permeabile econnesso alle trasformazioni politiche, economiche e sociali.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento

Giornalista di inchiesta, blogger. Appassionato di investimenti e di Trading Online.